Biografia

Gli Opra Mediterranea si formano nel 2010, risultato della fusione di alcune band della zona di Empoli, area metropolitana fiorentina. Fin dall’inizio l’approccio della band è stato quello di conciliare progressive rock e canzone d’autore, anche grazie alle diverse provenienze dei cinque ragazzi: dal jazz al metal, musica classica e naturalmente  progressive. L’anno successivo gli Opra compaiono sulla scena per la prima volta una versione prog sinfonica de “I giardini di Marzo” di Lucio Battisti, appositamente riarrangiata e realizzata per una compilation di artisti locali.

È il calcio d’inizio per il gruppo che da lì inizia a comporre materiale proprio. La gestazione del primo album sarà lunga, ma con segnali molto positivi lungo il percorso: i due brani “Lettera” e “Numeri primi” vengono inserite nelle compilation di artisti fiorentini “Yes We Campus Vol. 1 e 2” (Universal). Queste due uscite discografiche porteranno la band alla vittoria come “miglior artista emergente italiano del 2018” al FIM di Milano. I tour abbinati alle due compilation ( 2017 e 2018 ) vedranno così gli Opra Mediterranea suonare in tutta Italia, chiudendo i concerti come band di punta.

Il disco “Isole” viene registrato tra dicembre 2018 e gennaio 2019 nella loro città d’origine, ed è questo clima “di casa” contribuisce decisivamente alla riuscita delle registrazioni.Dopo un lavoro di circa sei mesi, a settembre vede la luce “Isole”, il primo album della band, uscito per Enterprise8, l’etichetta di Roberto Gasparini. Il disco riceve subito recensioni molto positive sia in Italia che all’estero, soprattutto in Giappone, dove si aggiudica il premio “Best upcoming record 2019” per il mercato progressive rock del Sol Levante.